Incostituzionalità del voto elettronico nella sentenza della Corte Costituzionale tedesca

La sentenza della Corte Costituzionale tedesca sull’incostituzionalità del voto elettronico

La Corte costituzionale tedesca, nel 2009, ha emesso una sentenza in cui ha stabilito che l’uso delle macchine per il voto  non è compatibile con la Costituzione tedesca. La Corte ha rilevato che le elezioni sono tenute ad avere natura pubblica e che tutte le fasi essenziali di un’elezione devono essere soggette alla possibilità di esteso controllo da parte di tutti, a meno che altri interessi costituzionali superiori giustifichino un’eccezione.

L’utilizzo di macchine per il voto, che registrano elettronicamente le scelte degli elettori e gestiscono l’aggregazione e la comunicazione del risultato elettorale, soddisferebbe i requisiti costituzionali solo se i passaggi essenziali del voto e della constatazione del risultato potessero essere esaminati in modo affidabile e senza alcuna conoscenza specialistica della materia da parte di qualsiasi cittadino.

La versione originale della sentenza: in tedesco e in inglese.

Ricevi gratuitamente nella tua email il libro

Sentenza di incostuzionalità del voto elettronico della Corte Costituzionale Tedesca

Il voto elettronico è incompatibile con le caratteristiche costituzionali del processo elettorale che deve mantenere la sua natura pubblica e verificabile dal cittadino senza alcuna conoscenza specializzata.

2 thoughts on “Incostituzionalità del voto elettronico nella sentenza della Corte Costituzionale tedesca”

I commenti sono chiusi.